Creare una diretta streaming su Peertube

872 visualizzazioni

Condividi su

Peertube è una piattaforma libera e Federata per la condivisone di contenuti video. Una volta iscritto l’utente è libero di creare un proprio canale e di caricare i propri video per condividerli con altri utenti che allora volta possono dire la loro sul contenuto grazie alla possibilità di commentare, e di iscriversi al canale indipendentemente dalla piattaforma federata utilizzata.

Con gli ultimi rilasci del software gli sviluppatori hanno introdotto la possibilità di far creare una diretta streaming agli utenti sulla piattaforma in maniera semplice e veloce, anche se avremo bisogno di un software esterno per farlo, rigorosamente gratuito e open source.

Scegliere l’stanza adatta

La prima cosa da fare è iscriversi ad una una istanza Peertube, ovviamente si ha la libertà di scegliere secondo i propri criteri, ad esmpio quella che vi sta più simpatica o semplicemente quella che soddisfa le vostre esigenze. L’ importante è che l’amministratore dell’istanza abbia abilitato la possibilità di creare delle Live. Per avere tutte le informazioni su una determinata istanza scelta basta cliccare su informazioni in basso a sinistra nella home page. Nel mio caso ho scelto l’istanza italiana Neptube

Una vota fatto questo appariranno tutte le informazioni sull’istanza.

Io vi consiglio sempre di controllare il numero di versione installata, ma quello che è importante è vedere se la diretta streaming è attivata. Se l’istanza soddisfa i nostri requisiti non dobbiamo fare altro che iscriverci, creare il nostro canale e abbellirlo inserendo tutte le informazioni ad esempio gli avatar e le copertine, sbizzarritevi!!!

Creare una diretta Streaming

Una vota scelta la nostra istanza e fatta la nostra iscrizione sulla stessa e creato il canale, dobbiamo scaricare e installare il famosissimo software per il broadcasting OBS studio sul nostro PC che utilizzeremo in seguito.

Clicchiamo su pubblica in alto a destra

Selezioniamo il canale dove vogliamo andare in diretta e scegliamo normale dal vivo una volta cliccato su andare in diretta avremmo avviato la nostra live , anche se ancora non stiamo trasmettendo nulla.

Trasmettere in streaming

Adesso la piattaforma ci da la possibilità di fornire tutte le informazioni necessarie sulla diretta.

Possiamo inserire il titolo, il tipo di licenza i tag , la categoria quello a cui dovremmo porre maggior attenzione è la privacy, che deve essere impostato su Pubblico per dare la possibilità a tutti di fruire dei contenuti della nostra diretta.

spostiamoci sulla tab impostazioni diretta

e avviamo OBS studio precedentemente installato sul nostro pc

Clicchiamo su impostazioni e successivamente su dirette

su servizio impostiamo personalizzato e compiliamo i capi con le informazioni trovate nella tab impostazioni diretta della nostra istanza.

Su Server inseriremo il flusso streaming, che troveremo sotto Diretta RTMP Url nel mio caso rtmp://www.neptube.io:1935/live .

Mentre il Codice delle dirette lo possiamo trovare sotto Chiave della diretta streaming

ua volta completata la procedura clicchiamo su Apply

e clicchiamo su Avvia la diretta

diretta streaming

Se tutto è stato eseguito alla perfezione possiamo apprezzare la nostra diretta live sulla nostra istanza Peertube

La Chat

In alcune istanze è presente anche la chat grazie alla quale tutti gli utente che stanno guardando la vostra diretta possono interagire, ne più ne meno come su owncast , rendendo il tutto più divertente.

Consigli per una buona diretta streaming

I fattori per creare una diretta streaming di qualità sono tantissimi, per prima cosa la connessione internet casalinga, più banda si ha a disposizione meglio è. Vi consiglio inoltre di “giocare” molto con OBS studio, giocando con le impostazioni è possibile migliorare la qualità delle vostre Live. In rete si trovano decine e decine di tutorial in merito. Se volete trasmettere in streaming su Peertube inoltre, vi consiglio di controllare la versione della vostra istanza una versione più aggiornata è sinonimo di 2 cose, uno è che l’istanza non è abbandonata a se stessa e 2 che l’utente può godere di tutte le ultime funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma ( a volte anche dei bug )


Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.