UBUNTU SATANIC EDITION E LE ALTRE DISTRIBUZIONI

199 visualizzazioni

Condividi su

Nei primi anni del 2000 credo che si sia assistito ad uno dei periodi più belli dello sviluppo del sistema operativo GNU/linux, e non si può negare che una parte del merito vada sicuramente a Canonical grazie al sistema operativo Ubuntu. Infatti in quegli anni Ubuntu aveva raggiunto un discreto successo tra gli utilizzatori del famosissimo sistema operativo open source per via della sua semplicità d’uso, caratteristica questa che rendeva unica la distribuzione stessa e riusciva a catturare l’attenzione di chi si voleva avvicinare a GNU/linux per la prima volta.

Sin dai primi anni Ubuntu usciva con le sue derivate ufficiali (Kubuntu ,Xubuntu e Edubuntu ) ma il successo di quegli anni fece si, che molti appassionati sviluppassero anche una loro versione non ufficiale del sistema operativo di casa Canonical, anche a tema religioso o antireligioso, una tra le quali che vale la pena di menzionare sicuramente per la sua originalità è Ubuntu Satanic Edition.

Ubuntu Satanic Edition

Ubuntu Satanic edition era una distribuzione Linux basata su Ubuntu che utilizzava il desktop manager gnome 2 esattamente come la sua distribuzione madre e con la quale condivideva anche i repository.

La domanda nasce spontanea, ma allora da cosa di differenziava questa distribuzione da ubuntu e dalle altre derivate? semplicemente il tema del desktop e i suoni di sistema a tema “Satanico” ( e un tantino bruttino secondo me).

ubuntu satanic edition
ubuntu Satanic

Ubuntu Christian edition

Per il resto Ubuntu Satanic edition era una Ubuntu classica dell’epoca senza alcuna differenza. Ma non credete che sia finita qui, perchè in quegli anni in contrapposizione con la distro “satanica” nacque la Ubuntu Christian edition la quale aveva preinstallata dentro il software open source per leggere la bibbia . La cosa curiosa è che questa distribuzione anche dopo la fine di ubuntu Satanic Edition continuò e continua ad essere regolarmente rilasciata, e adesso oltre ad avere preinstallato dentro tutto il software che deve avere un buon cristiano davanti al pc, ha pure un filtro per la navigazione web che non induce in tentazione l’utente, ma il filtro è naturalmente a pagamento.

ubuntu Christian edition

Sabily

Per farvi capire l’immenso successo di ubuntu all’epoca e la varietà immensa di distribuzioni di distribuzioni basate su di essa ve ne citerò un altra e dato che siamo in tema religioso sembra un peccato non citare Sabily anche chiamata all’epoca Ubuntu Muslim Edition e immagino che capiate da soli il software che aveva preinstallato.

Sabily

Anche Sabily non viene più sviluppata purtroppo, l’ultima versione disponibile è stata la 11.10 ma a quanto pare è introvabile

Conclusioni

Le distribuzioni citate sopra fanno un po’ sorridere, ma a me danno l’idea di quanta passione e quanto amore ci sia dietro ogni singola distribuzione Linux, e mi fa sempre più rendere conto di quanto sia cresciuto in maniera esponenziale quasi spropositata nel tempo la comunità open source. La quale crea e condivide anche i progetti più bizzarri.


Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.